In bicicletta nel centro storico di Galtellì
In bicicletta nel centro storico di Orosei
Galtellì

Venerdì: Galtellì, monte Tuttavista e Orosei

Da:  79,00

In sella a MTB elettriche, alla scoperta dei monumenti naturalistici, archeologici e culturali del territorio di Orosei e Galtelli, dalla foce del fiume Cedrino alla cima del monte Tuttavista

Seleziona la data, scegli la tua bici e let’s bike!

All about the Venerdì: Galtellì, monte Tuttavista e Orosei.

Pedalare immersi nei profumi della macchia mediterranea che ricopre le campagne di Galtellì, in un paesaggio modellato dall’incontro del basalto con l’aspro granito, un territorio selvaggio che custodisce le meraviglie di un’antica civiltà scomparsa e suggestivi luoghi di culto scenario di tradizioni popolari che si rinnovano con le stagioni.

Un percorso nella storia dell’isola che da nuragica si fa medievale ai piedi del monte Tuttavista, nei luoghi attraversati dalle storie che hanno fatto grande la letteratura e poi in alto, sulla cima, dove lo sguardo si può perdere in un orizzonte infinito per poi ritrovarsi nel calore pittoresco delle case storiche e dei vicoli che intrecciano il centro storico di Orosei.

Un viaggio in cui natura e storia si uniscono e si confondono nel silenzio che lungo le sponde del fiume Cedrino accompagna il calmo fluire delle sue acque che incontrano il mare.

The tour package inclusions and exclusions at a glance
What is included in this tour?Items that are included in the cost of tour price.
  • Guida qualificata
  • Bicicletta
  • Casco
  • Visite ai siti elencati nell’itinerario
  • Supporto tecnico
What is not included in this tour?Items that are not included in the cost of tour price.
  • Acqua e cibo
  • Accessori
  1. Tomba dei Giganti Cutinas archeologia

    Un’antica sepoltura nuragica, così imponente e maestosa da alimentare il mito di un’isola popolata di giganti votati al culto mediterraneo del toro simbolo inconfondibile di potenza.

    Una storia che ha radici profonde nella terra e nelle pietre che la costruiscono, testimoni silenziosi da più di 3500 anni del tempo che passa lasciando immutato lo spirito del luogo.

  2. Santu Juanne Istranzu cultura

    Nel cuore della campagna di OnifaiSantu Juanne Istranzu è un’oasi di spiritualità e tradizioni. Un suggestivo luogo di culto circondato da una natura mite e rigogliosa che ogni anno rinnova il legame con le popolazioni locali facendo da scenario a una festa in cui fede e cultura si mescolano per celebrare la vita e i misteri del sacro.

  3. Galtellì cultura

    Galtellì è la storia. Dalle memorie del medioevo in cui affondano le sue radici più conosciute ed esposte di antico vescovado, passando per il centro storico in cui quotidianamente rivivono i personaggi evocati dalla penna indelebile del premio Nobel Grazia Deledda.

    Un luogo in cui la letteratura s’incontra sui muri delle case e si respira in ogni strada.

  4. Monte Tuttavista natura

    Risalire il profilo argentato del monte Tuttavista, dalle pendici alla cima, vuol dire conquistare il diritto di guardare l’isola dall’alto e comprendere in un unico sguardo un mondo affacciato sul mare che confina soltanto col cielo.

    Un panorama che abbraccia ogni direzione, l’entroterra delle austere e solitarie montagne e la costa che da nord a sud racchiude il golfo di Orosei.

  5. Orosei cultura

    Orosei è sempre stato un punto di passaggio obbligato per i popoli che hanno segnato il destino dell’isola, dall’antico Giudicato di Arborea passando per Pisa e Aragona, fino a giungere al regno sardo piemontese.

    Di tutto è rimasta qualche traccia, torri, antiche carceri e dimore storiche,  danno vita a un luogo in cui l’allegra frenesia dei mesi estivi e i riti millenari che segnano il tempo delle stagioni invernali convivono senza ostacolarsi.

  6. L'estuario del Cedrino natura

    Pedalare lungo le rive del fiume Cedrino significa sposarne il ritmo di calmo testimone dei cambiamenti del paesaggio.

    Le sue sponde, rifugio sicuro per una natura viva e lussureggiante, invitano a lasciar scorrere, per godere di una pausa all’ombra del sagrato della piccola chiesa di Santa Maria, sul margine di terra in cui la foce si trasforma in mare.